In Inghilterra il record del calo della produzione

Il Regno Unito ha fatto registrare un’inversione di tendenza circa la produzione industriale. A ottobre si è avuto un calo dell’1,3% su base mensile, con un ulteriore peggioramento rispetto alle aspettative, che addirittura prevedevano un segno positivo, seppure contenuto.

Infatti il dato avrebbe dovuto essere pari ad un aumento dell’0,2%. Dal 2012 è la flessione peggiore. A fare compagnia a questo dato c’è anche il settore manifatturiero, con una decrescita pari allo 0,9%. In questo caso si segnala una discesa netta da febbraio ad oggi. La sterlina, come abbiamo visto dall’andamento della borsa, ne sta risentendo parecchio e perde terreno su due fronti principalmente. Dollaro ed euro stanno avanzando in maniera decisa e rapida sulla sterlina. Le perdite non aiutano il mercato inglese, in difficoltà nei rapporti con il resto dell’Europa e non solo in seguito alla decisione di uscire dall’Unione europea attuata dagli inglesi, come specifica sterlina.net. I segnali di forte rallentamento della produzione, per il Regno Unito, erano già arrivati a settembre ed ora si confermano, in modo ancora più accentuato.

Tutte le previsioni ottimistiche sono state disattese, portando ad avere esiti opposti a quelli sperati. In precedenza, però, il manifatturiero riusciva a tenere, limitando i danni, ovvero con una piccola crescita o almeno la stabilità. La posizione della moneta inglese rende difficili gli acquisti all’estero, ma sembra non permette neppure alla popolazione di fare acquisti e ciò mette in crisi l’economia d’oltre Manica. Non c’è dubbio che ci troviamo di fronte ad una situazione particolare e che potrebbero esserci delle sorprese nelle prossime settimane, soprattutto perché buona parte della partita è in mano alla politica. Sembrano esserci scappatoie e rallentamenti sull’uscita, prevista tra poco meno di due anni, del Regno Unito dall’Europa unita. Le perdite già registrate sul mercato da parte della sterlina, potrebbero addirittura incentivare il governo britannico a rivedere le proprie posizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *